I partner

CREA

00. LOGO GREA CMYB

Il Centro di Ricerca per l’Agrobiologia e la Pedologia di Firenze (CRA-ABP) svolge attività di ricerca sulle funzioni dei soilecosystem e sulla loro conservazione, attraverso lo studio delle caratteristiche e dei processi fisici, chimici, biologici e mineralogici, nonché della genesi, classificazione, degradazione e mappatura dei suoli, finalizzato ad una migliore sostenibilità e qualità della produzione e dei servizi agricoli e forestali.

 

Le competenze di CRA-ABP includono:

  • Mappatura digitale del suolo e gestione delle infrastrutture di dati spaziali;
  • GIS e laboratorio geostatistico, rilievo del terreno con sensori prossimali;
  • Funzioni dell’ecosistema del suolo;
  • Attività enzimatiche;
  • Diversità funzionale;
  • Mitigazione del cambiamento climatico;
  • Emissione di GHG;
  • Sequestramento e turnover dell’anidride carbonica;
  • Politica del suolo;
  • Efficacia ambientale della politica agricola comune (PAC) dell’UE, metodi di gestione partecipativa, valutazione dell’impatto sociale.

Il Centro di Ricerca Forestale di Arezzo (CRA-SEL) si occupa di ricerca applicata e gestione sostenibile dell’ambiente forestale. Agisce a livello nazionale nel campo della ricerca applicata e del supporto scientifico a enti pubblici e privati, in particolare per quanto riguarda: (i) la gestione delle foreste naturali, aree di rimboschimento e foreste secondarie, (ii) ecologia forestale, (iii) la dinamica di crescita e struttura di alberi e arbusti, (iv) agricoltura su terreni a riposo, (v) monitoraggio degli ecosistemi forestali, (vi) ripristino, mantenimento e miglioramento della biodiversità, (vii) conservazione delle risorse genetiche in situ ed ex situ.

L’unità di ricerca per il monitoraggio e la pianificazione forestale (CRA-MPF) lavora su:

  • pianificazione e gestione sostenibile delle risorse forestali e dei pascoli;
  • inventario e monitoraggio delle foreste;
  • agricoltura di montagna (strutture agricola) e piante medicinali;
  • biometria e modellazione forestale;
  • geomatica forestale;
  • strumenti e iniziative per il trasferimento delle conoscenze nel settore forestale

 

Decentralized Administration of Macedonia & Thrace, superior authority of the forest services at Xanthi region.

DAMTIl Servizio forestale di Xanthi, è responsabile della protezione, dello sfruttamento e della crescita delle risorse forestali (foreste, ambienti forestali, pascoli, caccia ecc.), mirando alla copertura dei bisogni del paese nel legname e altri prodotti e servizi delle foreste.
Il Direttorato per la foresta di Xanthi è l’autorità superiore dei due servizi forestali (Xanthi e Stauvroupoli) ed è responsabile del controllo e del corretto funzionamento dei servizi forestali e del rispetto della politica forestale nella regione.

 

DUTH

Tracia univFondata nel 1973, la Democritus University of Thrace (DUTh) è una grande università della Grecia, composta da oltre 18 dipartimenti, da 9 scuole e da un’amministrazione centrale. DUTh offre istruzione universitaria e post-laurea e svolge attività di ricerca di base e applicata in una vasta gamma di settori. Fino ad ora, DUTH è stato coinvolto in più di 1000 progetti di ricerca. Molti di questi progetti sono stati finanziati dalla Commissione delle Comunità europee e da altre organizzazioni.
Il Dipartimento per le foreste e la gestione dell’ambiente e delle risorse naturali (FMENR) svolge attività di insegnamento post-universitario e si occupa di progetti di ricerca. Lo staff ha una conoscenza di lunga data della ricerca sullo sviluppo, il miglioramento, la protezione e la gestione delle foreste e dei terreni forestali e dell’ambiente naturale. Il Dipartimento organizza anche letture e seminari, conferenze nazionali e internazionali e incoraggia la cooperazione scientifica e lo scambio con i corrispondenti laboratori di organizzazioni, istituti, università, aziende e altre imprese pubbliche e private, greche e straniere.
La missione del Dipartimento è: a) fornire istruzione in silvicoltura e gestione dell’ambiente e delle risorse naturali; b) intraprendere ricerche significative e innovative sulla gestione sostenibile delle foreste e dell’ambiente, sulla biodiversità, sugli impatti dei cambiamenti climatici, sulla conservazione e la protezione dell’ambiente; c) migliorare gli ecosistemi terrestri e le risorse della fauna selvatica a beneficio delle persone e della natura.

 

CITTA’ METROPOLITANA DI FIRENZE

LogoFirenze 8_01La Provincia opera con l’obiettivo principale di creare sviluppo per l’occupazione e una migliore qualità della vita delle persone. Questo sviluppo deve essere tuttavia “sostenibile”, vale a dire che non produce danni all’ambiente e consente la conservazione delle risorse territoriali e dell’ambiente per le generazioni future.
A tale scopo sono previste azioni in quei settori che riguardano direttamente lo sviluppo (pianificazione, infrastrutture per la mobilità, politiche ambientali) e le risorse provinciali.
Per aumentare l’efficienza e l’efficacia della sua azione, la Provincia si è concentrata sull’innovazione della sua organizzazione (adozione di strumenti avanzati di razionalizzazione ed e-government) e su quella del sistema economico, che nella fase attuale deve essere supportata, per diventare competitivo, con strumenti per aumentare la qualità e promuovere prodotti e servizi locali nei mercati meno esposti alla concorrenza internazionale: aiuti allo sviluppo tecnologico, marketing territoriale, sportelli unici per snellire gli aspetti amministrativi e promuovere l’emergere di nuove imprese, localizzazione interventi di formazione.